Prepara il tuo ecommerce a Natale: 10 punti fondamentali

Home/Ecommerce, Notizie Web/Prepara il tuo ecommerce a Natale: 10 punti fondamentali

Oggi è il 31 ottobre 2015, questa sera si festeggerà Halloween con party più o meno a tema. Domani con tutta probabilità, molti risentiranno del dopo sbornia e ne approfitteranno per trascorrere una tranquilla giornata a letto o sul divano (la sera leoni, il giorno dopo c…).

Dopo esserci divertiti questa sera, domani ci proietteremo mentalmente alla prossima festività in ordine di tempo, che fammi un attimo pensare… è Natale! Quali saranno le mie reazioni e quelle di molte altre persone? Le mie sono sostanzialmente 2:

  1. mi chiederò: quanti giorni mancano a Natale? Cerco su Google e prontamente trovo il contatore: www.contagiorni.it.
  2. a chi dovrò fare i regali? Ma soprattutto, che cosa posso regalare, visto che ormai tutti noi abbiamo tutto?? Ancora una volta, uno dei due mie migliori amici si chiamerà Google, sarà sempre al mio fianco (o dentro alla mia tasca) pronto a trovare una soluzione a tutte le mie domande. L’altro amico si chiamerà Facebook, anche lui sempre a portata di mano. Lui mi fornirà tutti gli spunti migliori per trovare i regali più originali.

Questo a grandi linee non sarà solo il mio comportamento, ma quello degli utenti nel Natale 2015. Milioni di smartphone pronti a essere consultati per trovare idee regalo, negozi fisici e virtuali da visitare per acquistare i regali di Natale.

IL TUO SITO O ECOMMERCE È PRONTO A QUESTA PACIFICA INVASIONE?

Se hai un sito internet o un ecommerce, dovresti aver già strutturato una strategia per massimizzare le vendite nel periodo Natalizio. Ricorda che la crisi non esiste, stiamo solamente assistendo a una mutazione delle abitudini d’acquisto dei consumatori. I potenziali clienti trovano le risorse economiche per soddisfare i propri hobby e le proprie passioni, il tuo obiettivo è quello di farti trovare ed essere pronto a soddisfare i loro desideri.

Ecco quali sono i 10 punti fondamentali sui quali devi investire (tempo e risorse) per sfruttare al meglio il periodo natalizio.

1. SITO RESPONSIVE (MOBILE-FRIENDLY)

Parlando seriamente, il tuo sito non ha una versione mobile o un layout responsive? Se lo guardo con il cellulare, o con il tablet si adatta o sono costretto a scorrere a destra e sinistra?

Questo sarà uno dei principali fattori dei siti di successo nel Natale 2015. Perché nell’anno in cui le ricerche effettuate da mobile hanno superato quelle effettuate da desktopcome confermato da Google in questo comunicato del 5 maggio; saranno letteralmente milioni, gli utenti che useranno lo smartphone per cercare i regali di Natale da fare agli amici/parenti o a se stessi.

Se il tuo sito non si adatta perfettamente ad ogni dispositivo, ti consiglio di intervenire tempestivamente. Tuttavia se il tempo non è dalla tua parte, puoi sempre pensare alla realizzazione di una o più landing page ottimizzate (guarda a titolo d’esempio le landing che abbiamo realizzato), così da non farti sfuggire centinaia, se non migliaia di potenziali clienti.

2. MAPPA DI GOOGLE

Hai un negozio fisico che i potenziali clienti possono visitare per vedere e quindi acquistare i tuoi prodotti o servizi? Ricorda che uno dei più grandi limiti degli ecommerce è la mancanza del “tatto”. Ovvero la mancata possibilità di toccare con mano i beni che si possono acquistare.

Se un potenziale cliente trova interessanti i tuoi prodotti e vuole capire dove ti trovi fisicamente, cercherà ancora una volta su Google. Le informazioni riguardanti il tuo negozio fisico sono reperibili facilmente sulla mappa di Google? Gli orari di apertura, i numeri di telefono, gli indirizzi email e l’indirizzo del negozio sono aggiornati? Per esempio guarda come appare la nostra attività sulla mappa di Google cercando Degan Web.

Se la tua non è presente, o è sbagliata, ci puoi contattare che ti aiuteremo a sistemarla.

3. OTTIMIZZAZIONE SEO

Il tuo sito o ecommerce probabilmente non è così ben ottimizzato dal punto di vista SEO. Visto che nel periodo natalizio vi è un incremento del volume di ricerche, potrebbe essere interessante aumentare la visibilità con delle semplici, ma efficaci ottimizzazioni. Ecco quali possono essere:

  • riscrivere le descrizioni dei prodotti più importanti
  • inserire nuove immagini dei prodotti
  • sistemare i titoli delle pagine di prodotto
  • sistemare le meta description delle pagine di prodotto

La revisione delle descrizioni potrebbe migliorare la visibilità dei tuoi prodotti nei risultati organici di Google, inoltre con testi persuasivi e immagini accattivanti, potresti aumentare il tasso di conversione.

Invece la revisione dei meta title e description, sono utili per incrementare il CTR dai risultati di ricerca organica di Google.

Non dimenticare che se ti rivolgi a un pubblico geolocalizzato, l’ottimizzazione potrebbe fare la differenza! Ti piacerebbe approfondire l’argomento? Contattaci!

4. DEFINISCI IL TUO TARGET

Hai mai stilato il profilo ideale del tuo potenziale cliente? A chi ti rivolgi? Sono persone che vivono in una determinata area, uomini, donne? Qual è la loro fascia d’età, quali sono i loro interessi?

Non tutte le persone hanno gli stessi interessi. Se io letteralmente “sbavo” dietro alla pubblicità del nuovo paio di scarpe da corsa della Brooks, tu potresti ignorare quel messaggio perché non ti interessa.

Definisci un focus e ricorda che una brutta pubblicità al target giusto, ha più efficacia di una bella pubblicità al target sbagliato.

5. SOCIAL, SOCIAL E ANCORA SOCIAL

Il Natale è quel periodo dell’anno in cui tutti vogliono qualcosa, ma non sanno cosa. Proprio per questa sua caratteristica, si tratta del periodo migliore per stimolare il desiderio latente.

Gli strumenti più indicati per stimolare il desiderio latente sono i social network. Una foto o un video accompagnati da un giusto testo persuasivo, sono gli strumenti più opportuni in grado di trasformare quel “NON SO COSA” in “IO VOGLIO QUELLO”.

Facebook, Pinterest, Instagram sono i social sui quali devi studiare una strategia. Definisci il target al quale ti vuoi rivolgere e diventa social. Mettiti nei panni degli utenti e fatti la domanda “Perché devo seguire questa pagina”. Fornisci informazioni utili, capisci i problemi che il tuo prodotto/servizio può risolvere e spiegalo ai tuoi potenziali clienti.

Con delle campagne sponsorizzate puoi raggiungere praticamente tutti i tuoi potenziali clienti. Ricordati di iniziare per tempo, non esiste solo la tua attività!

6. RICERCA A PAGAMENTO (ADWORDS)

In questo particolare periodo dell’anno gli utenti sono letteralmente “bombardati” da un’elevata mole di pubblicità. Canali tradizionali (televisione, radio) e canali digitali, propongono migliaia di offerte.

Uno degli effetti di questa sovraesposizione di pubblicità è la curiosità verso nuovi prodotti/servizi. Se vedo la pubblicità di un gioiello che mi piace alla televisione, cerco maggiori informazioni su Google. Proprio nel momento in cui vado a ricercare le informazioni, devi entrare in gioco tu. Puoi essere presente nei primi risultati di ricerca (a pagamento) quando vengono ricercati determinati termini di ricerca, che per la tua attività sono fondamentali.

Tuttavia se da un lato hai la possibilità di intercettare migliaia di potenziali clienti, l’altro lato della medaglia mostra una concorrenza abbastanza agguerrita, soprattutto a Natale. Per evitare di incappare in una pesante scottatura, ancora una volta bisogna definire il target al quale ti vuoi rivolgere.

7. REMARKETING

Bene, hai ottenuto migliaia di visitatori in pochissimi giorni; ma male perché non hanno acquistato. Magari questi potenziali stavano solamente “sondando il terreno” per capire da chi acquistare, quindi come fai a intercettarli nuovamente?

Semplice, con il remarketing! Puoi mostrare i tuoi messaggi pubblicitari sulla rete display di Google, ovvero tutti i siti che hanno dei banner pubblicitari del circuito Google Adsense, agli utenti che hanno visitato il tuo sito/ecommerce. Ma non è finita qui, puoi mostrare il tuo messaggio pubblicitario anche sulla bacheca di Facebook (tra un aggiornamento di un amico e l’altro), sempre alle persone che hanno visitato il tuo sito/ecommerce.

Si tratta di uno strumento molto efficace per “ricordare” ai potenziali clienti che tu esisti e, che in una qualche misura, loro erano interessati a te.

8. EMAIL MARKETING

L’invio di newsletter è uno degli altri metodi molto efficaci per “ricordare” ai potenziali clienti che il tuo sito/ecommerce esiste. Devi solamente (sembra facile, ma non lo è) studiare una strategia per farti dare l’indirizzo email dagli utenti che ti hanno fatto visita. Puoi pensare di fornire materiali informativi gratuiti, cataloghi o più banalmente degli sconti.

Ecco alcuni esempi per richiedere l’indirizzo email ai tuoi visitatori:

  • iscriviti alla newsletter e ricevi un buono sconto di 10 euro;
  • iscriviti alla newsletter e ricevi un buono sconto del 20%;
  • per scaricare il catalogo in pdf iscriviti alla newsletter;
  • se vuoi ricevere le novità in anteprima iscriviti alla newsletter.

A seconda del settore in cui ti trovi, devi individuare una strategia per ottenere gli indirizzi email dai potenziali clienti.

9. ASSISTENZA TEMPESTIVA!

Se stai vendendo al dettaglio, l’assistenza istantanea DEVE essere il cavallo di battaglia! Le persone hanno mille dubbi per la testa, ma soprattutto non leggono le descrizioni. Preparati a ricevere domande del tipo: il prodotto è valido? Che taglie avete? Sarà utile? ecc. potrei proseguire per giorni.

Se vuoi convertire i potenziali in clienti veri e propri, devi essere veloce a rispondere. Fai molta attenzione sui social, soprattutto su Facebook, dove potrebbero arrivarti domande di questo tipo da qualsiasi angolo!

Nel sito invece potresti far installare un sistema di chat istantanea, così da interagire direttamente con i visitatori.

Ricorda:

  • gli utenti possono porti domande alle quali si rispondono da soli semplicemente leggendo. SII CORTESE;
  • la stessa domanda può essere fatta da più utenti su Facebook (anche sullo stesso post). SII CORTESE;
  • alcuni utenti hanno bisogno solo di una rassicurazione;
  • rispondi Tempestivamente (la stessa domanda può essere fatta anche ai tuoi concorrenti. Il primo che risponde “vince”).

10. CLIENTI LAST-SECOND

Hai presente Expo 2015? Una delle caratteristiche peculiari di questa esposizione mondiale è stata la coda per entrare nei padiglioni. Nei primi periodi, il tempo d’attesa non era così “disumano”, negli ultimi giorni, si parlava persino di 10 ore per entrare in un padiglione!

Ciò che mette in relazione Expo al Natale non sono i tempi d’attesa, bensì i clienti dell’ultimo minuto! Il comportamento delle persone è cambiato e ultimamente, dove vi è una sovrabbondanza di beni e servizi in qualsiasi settore, gli utenti hanno la tendenza a prendersi all’ultimo minuto.

Perciò se hai delle scadenze con fornitori e vettori, metti ben chiari i termini entro i quali i potenziali clienti possono acquistare per ricevere immediatamente il bene o servizio.

Sicuramente qualcuno andrà oltre quei termini, in questo caso adotta una strategia (se è di tuo interesse), per soddisfare anche i clienti last-second.

Come valuti questo articolo?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (9 valutazione/i. Valutazione media: 4,56 su 5)
Loading...
31 ottobre 2015|Categories: Ecommerce, Notizie Web|Tags: |0 Comments

Leave A Comment